Alcool e Droghe: Accertamenti per le mansioni a rischio

10/05/2011

Accordo Conferenza Stato-Regioni del 30/10/08 per l'accertamento di assenza di tossicodipendenza.

1) Accertamenti di assenza di tossicodipendenza nelle mansioni a rischio
Si rammenta che la normativa vigente richiede, per le mansioni pericolose definite dall'accordo Conferenza Stato-Regioni del 30/10/08 l'accertamento di assenza di tossicodipendenza.

L'accertamento prevede un campionamento urinario per effettuare il dosaggio di circa 8 metaboliti di sostanze stupefacenti e deve essere eseguito con un preavviso non superiore a 24 ore.

A tale riguardo e' stabilita una precisa procedura che prevede i seguenti punti
- il Datore di Lavoro all'inizio di ciascun anno deve inviare al Medico Competente l'elenco dei lavoratori che svolgono mansioni pericolose ai sensi dell'Accordo Stato-Regione del 30/10/08 (vedi elenco allegato);
- il Medico Competente entro 30gg invierà al Datore di Lavoro o suo delegato, il cronogramma relativo agli accertamenti;
- l'accertamento deve essere effettuato esclusivamente in laboratori autorizzati ai quali va direttamente inviato il lavoratore. In alternativa puo' essere effettuato presso altra sede ritenuta idonea ai sensi della normativa, ad es. la nostra struttura;
- il Datore di Lavoro dovra' comunicare al lavoratore la data ed il luogo ove l'accertamento si svolgera', all'inizio del turno di lavoro del giorno fissato ovvero con un preavviso non superiore alle 24 ore;
- nella data fissata il lavoratore deve presentarsi assolutamente presso il laboratorio/struttura identificata per l'esecuzione dell'esame. L'assenza ingiustificata comporterà l'immediata sospensione dalla mansione fino a nuovo accertamento a sorpresa. L'assenza giustificata non prevede la sospensione dalla mansione ma deve essere seguita immediatamente da una nuova prenotazione in tempi brevi. In ogni caso l'assenza giustificata o ingiustificata fa scattare l'obbligo di n. 3 accertamenti a sorpresa nel mese successivo, i cui costi sono a carico del Datore di Lavoro;
- il Medico Competente provvede solo a stabilire gli appuntamenti con i laboratori convenzionati e comunicherà al Datore di Lavoro il tariffario con gli stessi concordato.
- I costi degli accertamenti preventivi e periodici sono a carico del Datore di Lavoro. Lo stesso laboratorio che eseguirà gli accertamenti emetterà direttamente la fattura all'Azienda.
- E' importante comunicare al Medico Competente una mail personale o un numero di fax riservato, ove concordare ed  indicare la data ed il luogo dell'accertamento (costituendo gli stessi dati riservati e che non possono essere conosciuti da altre persone);

 

2) Assunzione di alcool nei luoghi di lavoro

La normativa vigente prevede la valutazione del rischio di abuso alcolico ed accertamento di alcool dipendenza nell'attivita' lavorativa.
A tale riguardo l'Azienda deve procedere alla valutazione del rischio di abuso alcolico con aggiornamento del Documento dei Rischi.
Le linee guida emanate dalle Regioni per l'applicazione della sopracitata normativa sono differenti e vengono di seguito elencate:
Accertamento di abuso alcolico:
la normativa attuale prevede il divieto assoluto di assunzione di alcolici per le mansioni definite a rischio, ai sensi dell'Accordo Stato-Regione e per tutte le mansioni che il Titolare definisce pericolose (cioe' con elevata probabilita' di infortunio). Secondo le linee guida stabilite dalla Regione, l'Azienda deve provvedere alla valutazione del rischio affrontando i seguenti punti:

individuazione delle mansioni pericolose ai sensi del sopracitato Accordo;
- individuazione di altre mansioni pericolose non incluse nel sopracitato accordo;
- procedure per eliminazione dell'introduzione di bevande alcoliche all'interno dell'Azienda;
- procedure per disincentivare l'assunzione di bevande alcoliche da parte dei lavoratori;
- sanzioni in caso di mancato rispetto delle procedure;
- individuazione delle modalita' di accertamento di abuso alcolico durante l'attivita' lavorativa;
- informazione e formazione del personale

Relativamente all'accertamento di abuso alcolico, sono previste le seguenti procedure:
- accertamento da parte del Medico Competente con utilizzo di etilometro, da effettuarsi solo ai fini di rilevazione statistica e su tutto il personale con modalità concordate con il Datore di Lavoro (e' vietato questo tipo di accertamento su singole persone o su segnalazione);
- accertamento in caso di giustificato sospetto (tale accertamento va eseguito dalla UOPSAL competente per territorio su chiamata del Datore di Lavoro);
- accertamento in caso di incidente (tale accertamento puo' essere eseguito dalla UOPSAL competente, con le modalita' sopradescritte o dalle Forze dell'Ordine di propria iniziativa)
- accertamenti casuali (da parte della Polizia Stradale che ne deve dare comunicazione al Datore di Lavoro);
- in ogni caso in cui sia riscontrata positivita' e' prevista la sospensione dalla mansione a rischio (si rammenta che il tasso alcolico previsto per attivita' lavorativa e' “0”.

3) Accertamento assenza alcool dipendenza
Per le sole mansioni a rischio incluse nell'Accordo Stato Regioni del marzo 2006 e' previsto l'accertamento di assenza di alcool dipendenza da effettuarsi a cura del Medico Competente.

A tale riguardo analogamente a quanto previsto per l'accertamento di assenza di tossicodipendenza, il Datore di lavoro deve comunicare al Medico Competente, all'inizio di ciascun anno, l'elenco del personale che svolge mansioni pericolose ai sensi del sopracitato Accordo, ai fini dell'aggiornamento del programma di sorveglianza sanitaria.

L'accertamento di assenza di alcol dipendenza comprende esami ematochimici di alcuni enzimi che correlano con l'assunzione cronica e prolungata di bevande alcoliche e va effettuato mediante prelievo ematico al momento della sorveglianza sanitaria.

L'interpretazione dei risultati e' di esclusiva pertinenza del Medico Competente ed in nessun caso puo' essere comunicata al Datore di Lavoro. L'eventuale positivita' all'accertamento comportera' invece limitazioni alla mansione specifica.

 

 

 

 

 

Richiedi un Preventivo

senza impegno!

Seleziona la tipologia:

ALCUNI DEI NOSTRI PARTNERS:


Si Cura Srl - Via San Rocco, 305 - 33100 Udine - Telefono: 0432.532061 - Fax: 0432.232491 - P.IVA 02167740303